Come conciliare sesso e genitorialità.

Come può esserci un rapporto sessuale intimo senza intimità?

Ecco un semplice gioco di parole, anche piuttosto provocatorio, che racchiude, però, il senso circa il tema delle problematiche sessuali nelle coppie neogenitoriali.

Due individui che, pur rimanendo coppia, affrontano un grande cambiamento all’interno della loro singola sfera intima. Cambiamenti che parlano di sentimenti, emozioni, paure legati ad un nuovo status, ad un nuovo ruolo. Cambiamenti inevitabili che, però, si differenziano da persona a persona. È così che le due figure genitoriali si trovano, ognuno con se stesso, nel pieno di una “crisi identitaria”.

Facendo dei semplici esempi la donna potrebbe sentirsi inadeguata circa il proprio corpo, circa la difficoltà di comprendere gli stati del proprio bambino, oppure sentirsi in uno stato di completa estasi nei soli momenti di simbiosi col proprio bambino; d’altro canto il padre potrebbe trovarsi spiazzato non sentendosi più capace di gratificare la propria compagna con un semplice gesto d’attenzione, come avveniva prima, oppure ferito dal non ricevere attenzioni, o ancora, spaventato dall’aver assistito al parto.  Insomma tutti pensieri e sentimenti INTIMI, legittimi, ma che spesso non vengono condivisi all’interno dell’INTIMITA’ di coppia portando a un senso di solitudine che può inficiare la sfera della sessualità portando, alle volte, alla mancanza di desiderio sessuale (in entrambi i partner); a disfunzioni erettili e eiaculazione precoce nell’uomo; dispareunia (dolore durante i rapporti) nella donna.

In qualche modo la coppia ha bisogno di ritrovare una nuova INTIMITA’, così come ognuno ha subìto dei cambiamenti all’interno della propria.  Per far sì che ciò avvenga c’è bisogno di un dialogo a due, uno spazio dove poter condividere la propria singola intimità nella speranza che, così come quando si era formata la coppia, ci si possa sentire reciprocamente compresi, accolti e sostenuti anche nelle parti di noi che consideriamo più fragili.  

Non è certo un compito semplice ma nemmeno impossibile se alla base c’è la voglia di comunicare e di coltivare il rapporto di coppia. Non è un compito semplice perché molte volte il tempo mancherà e sarà un vero sacrificio trovare e ritagliarsi tempo e spazio; inoltre, i problemi nella comunicazione potrebbero sembrare insormontabili. Per questo una figura professionale, come quello dello psicoterapeuta, potrebbe aiutare.

Molte volte la figura del terapeuta è mal vista in quanto può essere vissuta come estranea ma, proprio questa sua caratteristica, può aiutare a superare l’impasse comunicativo. Un occhio esterno può captare modalità comunicative disfunzionali, affinché possano essere messe in luce e superate. È proprio con l’aiuto del professionista, quindi, che il sacrificio e le difficoltà possono essere superate portando all’INCONTRO di due nuovi emozionanti mondi, mondi INTIMI ricchi di vitalità che altro non potranno fare se non quello di esprimersi nuovamente all’interno, anche, di un nuovo rapporto sessuale desiderato e soddisfacente.

Per maggiori informazioni sul percorso psicoterapico o per prendere un appuntamento, è possibile contattare la dott.ssa Lopez al seguente recapito:


Dott.ssa Mariangela Lopez Psicologa Psicoterapeuta dell’Adulto specializzata come Consulente Sessuale Mail: mariangela@escogito.info https://www.escogito.info/profilo?p=mariangela-lopez

10 visualizzazioni
© 2020 - ESCOGITO  via Rimini 30, 20146 Milano MI